Decifrare la vita

image_pdfimage_print

Walter Isaacson, Decifrare la vita (Jennifer Doudna, la scienziata premio Nobel che ha rivoluzionato l’editing genetico), Mondadori, Milano, 2021, pagine 612, euro 25,00

Amplissimo saggio scientifico-biografico con spunti narrativi, corredato da precise note bibliografiche, illustrazioni e Indice dei Nomi.

In copertina una foto della prestigiosa scienziata, il cui aspetto pensieroso-melanconico non rispecchia il suo carattere rigoroso e deciso nel portare avanti con tenacia le sue ricerche.

L’Autore inquadra le importanti ricerche degli scienziati citati nel libro in un attualizzato evoluzionismo darwinista, pronunciandosi a favore del libera ricerca scientifica:

“Dopo milioni di secoli durante i quali l’evoluzione degli organismi si è svolta “in modo naturale”, oggi noi umani abbiamo la capacità di violare il codice della vita e di modificare il nostro stesso futuro genetico… Come qualunque tratto evolutivo, questa nuova capacità può aiutare la specie a prosperare e forse anche a produrre specie che succedano alla nostra…Potrebbe essere uno di quei tratti evolutivi che, come a volte accade, portano una specie lungo un percorso che mette in pericolo la sua stessa sopravvivenza”.

Il testo accenna anche ad un ipotizzato “Dio della natura” dotato di “infinita saggezza” che ricorda, pur senza citarlo esplicitamente, il panteismo bruniano (vedi voce “Panteismo” su wikipedia).

Tale presunto Dio ovviamente non ha nulla a che vedere col Dio giudeo-cristiano, ispiratore di nefasti apparati sacerdotali, ma semmai con quello teorizzato da Giordano Bruno e Mazzini.

Pierino Marazzani, ottobre 2021

image_pdfimage_print

Lascia un commento